venerdì 22 settembre 2017

IL MONDO DI WAKI YAMATO


In Italia è decisamente meno nota di altre sue colleghe (come, per esempio, Yumiko Igarashi e Riyoko Ikeda), ma in Giappone è una delle star dello shojo manga, in particolare quello di ambientazione storica. Waki Yamato ha debuttato in questo campo nel 1966 con la storia breve Dorobo Tenshi, e da allora non si è più fermata realizzando moltissime storie. Inizialmente preferisce dedicarsi a racconti brevi o volumi autoconclusivi, ma nel 1972 arriva la sua prima serie lunga, Mon Cherie CoCo, che presto viene trasposta anche in una breve versione animata. Nel 1975 firma la sua opera più celebre, Haikarasan ga tooru, nota in Italia come Mademoiselle Anne (nella sua versione animata) o come Una ragazza alla moda. Secondo quanto narrato dalla storia, nel Giappone degli inizi del Novecento, la giovane Benio Hanamura (Anne nell’edizione italiana) è destinata a sposare il bel tenente Shinobu Ijuin. Dapprima la ragazza cerca di ribellarsi al matrimonio combinato, ma, dopo essersi trasferita a casa dell’uomo per ricevere un’adeguata educazione, comincia a ricambiare l’affetto di Shinobu. Proprio quando le cose sembrano andare meglio, il giovane viene chiamato a combattere sul fronte russo. Presto arriva una tragica notizia: Shinobu è dato per disperso. Ma, forse, non è così…
I personaggi dei manga della Yamato sono quasi sempre donne forti e indipendenti, piene di curiosità e di gioia di vivere, e spesso sognano di viaggiare allʼestero. Tra le altre sue opere va citata Asaki yume mishi, un adattamento dal celebre romanzo storico Genji monogatari (Storia di Genji, il principe splendente) di Murasaki Shikibu.
Il libro di cui si parla in questo post, appena pubblicato in Giappone, è una via di mezzo tra illustration book e saggio. In formato piccolo, ma dalla splendida grafica, offre immagini e illustrazioni che coprono tutta la produzione dell'artista. Oltre alle colorate illustrazioni, che prestano particolare attenzione all'abbigliamento dei personaggi femminili (uno dei suoi punti di forza), vi sono anche tavole, foto e interviste.

In Italia il libro può essere richiesto a fioridiciliegioadriana@gmail.com.




Nessun commento: